Come nascondere i file da accesso rapido in Windows 10

Come nascondere i file da accesso rapido in Windows 10

Ti capita mai di aprire qualche documento che non vuoi mostrare ai tuoi colleghi in ufficio o che la sola anteprima possa darti fastidio tra i file recenti? È noioso cancellare manualmente ogni singola traccia degli ultimi documenti visionati, nonostante il procedimento sia veloce, trovarsi 10 o più tracce da dover nascondere regolarmente, diventa un’azione alquanto noiosa. Certo, cliccare sui relativi file e su “Rimuovi da accesso rapido” è un’operazione alquanto spicciola, ma puoi automatizzare il processo procedendo a nascondere i file da accesso rapido in Windows 10. Capiamo quindi come farlo in modo da aumentare notevolmente la nostra privacy.

I file di accesso rapido nascono dalla concezione di riuscire ad aprire e modificare documenti aperti recentemente. L’idea di trovarsi, già all’apertura di “esplora risorse”, una lista di documenti visionati recentemente, velocizza di gran lunga la procedura dell’imminente modifica e salvataggio. Pensiamo ad una tesi di laurea od un bilancio aziendale redatto in Excel. Entrambi i documenti dovranno essere modificati sicuramente più volte e ritrovarli in “accesso rapido”, evita la ricerca nei meandri delle cartelle utente. Tuttavia, cosa succede se l’account in questione è privato? La funzione, infatti, è ottimale per un computer dedicato allo smart working o alle videolezioni, ma per questioni private o per PC dedicati ad un singolo utente, è meglio nascondere definitivamente i file da accesso rapido in Windows 10.

Se provieni da un sistema MAC, devi sapere che in “File recenti” appaiono tutti quei documenti e file multimediali visionati da poco tempo. Se provi, infatti, a creare un qualsiasi documento Word o visualizzi una foto, il nome ed il percorso dei relativi file appaiono nell’apposita sezione. Ogni qualvolta viene aperto “esplora file” tramite click sull’icona della cartella, in basso a sinistra nella barra dello start, verranno visualizzate tre sezioni: Menu rapido, cartelle frequenti ed una sezione denominata appunto “File recenti”. Nel rispetto della privacy, se utilizzi un account privato in Windows 10, ti suggerisco di nascondere definitivamente i file di accesso rapido, conservando integralmente tutta la privacy dell’interfaccia. Alcune anteprime, infatti, potrebbero rilevare il contenuto del file, qualsiasi sia la tipologia dell’estensione.

Per riuscire a nascondere i file di accesso rapido in Windows 10 ti basterà accedere ad una qualsiasi cartella nel sistema operativo. Clicca a questo punto sulla scheda “Visualizza”, la trovi in alto a sinistra, vicino a “Condividi”. Raggiunta questa schermata clicca su “Opzioni” ed attendi l’apertura della nuova schermata. Ti appariranno a questo punto tutte le opzioni Generali delle cartelle, spostati nella sezione “Privacy”, quindi togli la spunta su “Mostra file usati di recente in Accesso rapido”. In questa sezione è presente un’ulteriore opzione per proteggere la propria privacy. Togliendo inoltre la spunta da “Mostra cartelle usate di recente in Accesso rapido” eviterai che le cartelle aperte recentemente siano visibili nell’apposita sezione, aumentando così il livello di privacy.

Per far apparire nuovamente i file aperti recentemente in “file recenti” su Windows 10, ti basterà raggiungere la schermata delle opzioni di cartella, quindi cliccare sull’opzione “Ripristina valori predefiniti”, “Applica” ed “OK”. Qualora volessi, invece, cancellare soltanto la cronologia dei file aperti, ti basterà cliccare su “Cancella”, in riferimento a “Cancella cronologia Esplora file”.